Etica per l’informatica

Computer EthicsCome si possono identificare i nodi centrali che definiscano l’etica nell’era digitale?

Un elenco di ambiti (incompleto per natura) potrebbe essere questo:

  • Crimini informatici
    • Accesso non autorizzato a risorse informative
      • Hacker
      • Cracker
    • Virus, Worms, Trojans
      • Distruzione di informazioni
      • Modifica non autorizzata di informazioni
      • Pubblicazione di informazioni private
    • Truffe informatiche
      • Clonazione di carte
      • Phishing
      • Phreaking
  • Riservatezza delle informazioni
    • Semplicità e efficienza a memorizzare, trasferire, incrociare enormi quantità di informazioni
    • Profiling degli utenti web
    • Privacy (controllo delle informazioni personali e accesso riservato alle informazioni personali)
    • Anonimato (con il rischio di attività illegali)
  • Proprietà intellettuale
    • Proprietà intellettuale del software
  • Responsabilità professionale
    • I professionisti informatici collaborano a progetti in un ampio spettro di contesti e hanno responsabilità dirette verso imprese di cui sono dipendenti, impiegati che dirigono, committenti,altri professionisti con cui collaborano ovvero la società in genere
  • Globalizzazione
    • Internet connette tutto il mondo rendendo realtà lontane facilmente fruibili
    • Opportunità di educazione enormi ma con possibilità che il Digital divide possa acuire le già rilevanti differenze Nord-Sud del mondo
  • Computer e lavoro
    • Automatizzazione [cybernetics] industriale
      • Riduce i costi
      • Aumenta la standarizzazione dei prodotti
      • Elimina posti di lavoro
      • Modifica la tipologia del lavoro

Computer EthicsPosso sintetizzare questi concetti con 10 comandamenti dell’etica informatica

  1. Non usare il computer per danneggiare gli altri
  2. Non interferire sul lavoro che altri stanno facendo sul computer
  3. Non curiosare sui file di altri
  4. Non usare il computer per rubare
  5. Non usare il computer per assumere identità altrui
  6. Non usare programmi software non regolarmente acquistati o detenuti
  7. Non usare le risorse informatiche di altri computer senza autorizzazione
  8. Non violare la proprietà intellettuale di altri
  9. Pensate sempre alle conseguenze sociali dei programmi che scrivete
  10. Usate sempre il computer in modalità che mostrino considerazione e rispetto

Etica e responsabilità sociale delle tecnologie dell’informazione. Etica ed internet

Digital EthicsLa diffusa ragnatela telematica che permea il mondo dell’economia, della ricerca, della scuola e delle relazioni sociali, che si insinua in ogni ambiente di lavoro e della vita civile, tratteggia una nuova società, quella dell’informazione di massa alla portata di tutti, ricca di nuovi servizi e opportunità.

Nel contempo però la vita di ognuno, come studente o lavoratore, soprattutto come cittadino, genera un’infinità di tracce digitali incontrollabili e inconsapevoli per coloro che le lasciano; si viene adescati col phishing (sostituzione fraudolenta di identità), la criminalità informatica crea danni economici maggiori delle tradizionali rapine in banca, la pornografia telematica e la pedopornografia è uno dei business più fiorenti; cresce la minaccia del cyber terrorismo e nascono nuove povertà “digitali”.

In questo quadro diventa necessaria una maggiore consapevolezza culturale e professionale della dimensione sociale e soprattutto delle implicazioni etiche delle nuove tecnologie dell’informazione e comunicazione.

Voglio dare una risposta a tali esigenze fornendo uno stato dell’arte ragionevolmente completo delle più importanti problematiche etiche e sociali suscitate dalla pervasiva diffusione delle nuove tecnologie dell’informazione.

I temi che verranno affrontati riguarderanno le tendenze e caratteristiche della società dell’informazione, la computer ethics, la deontologia professionale, la privacy e la criminalità informatica.

Affronterò anche le implicazioni organizzative e lavorative dell’ICT, il governo e la democraziaelettronica” e relative implicazioni per i cittadini, l’etica in e della rete e la governance di Internet.

Etica digitaleDestinatari di questo percorso sono i cittadini attraverso un percorso che svilupperà le tematiche etico-sociali delle tecnologie dell’informazione, i futuri fruitori e/o professionisti del mondo ICT e che vogliono approfondire come le loro scelte tecnologiche e di costume implichino la loro responsabilità sociale e la loro deontologia professionale; naturalmente è rivolto a chiunque voglia conoscere e vivere un uso socialmente responsabile delle nuove tecnologie.

  • Computer Ethics
  • Etica professionale e responsabilità sociale
  • Privacy e criminalità informatica
  • Il fenomeno “Facebook” e i Social Network
  • Cittadinanza, partecipazione e democrazia nella Network Society
  • Etica in rete
  • Governance di internet
  • La diffusione di internet e il digital divide