Mozione: manutenzione e interventi migliorativi in area sgambamento cani di via Gramsci e ipotesi per la realizzazione nuova area in zona est a Sondrio.

Sondrio, 19/05/2015

OGGETTO: manutenzione e interventi migliorativi in area sgambamento cani di via Gramsci e ipotesi per la realizzazione nuova area in zona est a Sondrio.

PREMESSO CHE

  • nella nostra cittadina è molto diffuso l’amore per gli animali ed in particolare per i cani, poiché sono numerose le famiglie che sono in possesso di uno o più “nasocoda”;
  • il rapporto tra uomo e animali domestici si è evoluto nel tempo e che i cani sono spesso gli interlocutori favoriti ed i compagni ideali; è necessario quindi che non solo gli individui, ma anche le specie animali, abbiano diritto a un’esistenza compatibile con le proprie caratteristiche biologiche, fisiologiche ed etologiche;
  • il benefico supporto psicologico svolto dagli animali da affezione – tra cui naturalmente i cani – è riscontrabile per esempio nel caso di persone sofferenti di disturbi psichici o anche portatori di handicap (come dimostrano numerose e prolungate esperienze vissute nei paesi anglosassoni che stanno incontrando sostegno e favore anche in Italia) e non è un caso che siano sempre più i cani che vivono nelle nostre case, anche presso anziani soli e in difficoltà;
  • gli animali da affezione sono da considerarsi parte integrante della nostra società e come tali degni di ricevere le massime attenzioni come ogni cittadino, degni di rispetto e di cura.

CONSIDERATO CHE

  • molte città si stanno adeguando sempre più alla popolazione canina in aumento con realizzazione di diverse aree esclusive attrezzate adeguatamente e gestite con attenzione sia da operatori incaricati dalle amministrazioni locali che da cittadini consapevoli e sensibili al rispetto della proprietà comune;
  • al fine di favorire la corretta convivenza fra umani e animali, tutelando nel contempo la salute pubblica e l’ambiente, è necessario che il comune promuova e sostenga iniziative e interventi rivolti alla conservazione e al rispetto delle necessità che interessano le popolazioni animali, nel rispetto delle regole civili e dei regolamenti comunali;
  • È altresì necessario apportare alcune modifiche al territorio affinché parte delle aree verdi di proprietà pubblica, diventino zone a misura di padroni e cani, i quali potranno vivere in libertà e senza museruola, espletando i loro bisogni e non disturbando la quiete pubblica;
  • la realizzazione di queste zone riservate sta diventando un’esigenza per molti cittadini che quotidianamente si scontrano con le difficoltà legate all’impedimento di introdurre i propri animali da affezione all’interno delle aree comunali;
  • La richiesta di adeguate aree di svago non andrebbe a beneficio soltanto dei detentori dei cani, ma indirettamente di tutti i cittadini, perché tutti transitano per le strade, affollate da veicoli e a volte con marciapiedi di dimensioni ridotte e dove il traffico quotidiano si svolge nella massima promiscuità di auto, moto, biciclette, persone di tutte le età e animali. Spesso diversi cittadini manifestano fastidio, fino all’intolleranza, nei confronti dei proprietari dei cani che passeggiano lungo le strade col proprio animale anche se tenuto al guinzaglio e ancor più se questo è di taglia grande, creando inutili tensioni e ostilità fra i cittadini. In ultimo, ma non per questo di minor importanza, si ha la possibilità che si verifichino delle situazioni a rischio di incidenti lungo le strade.

APPURATO CHE

  • sul territorio comunale è presente in via Gramsci (zona Piastra – SUD) un singolo spazio esclusivo dove i cani possono correre liberamente, senza guinzaglio e museruola;
  • la stessa area è in condizioni inidonee per una sana e sicura attività all’aperto per i cani e per i cittadini e nello specifico:
  • buche nel terreno profonde;
  • manto erboso in pessime condizioni;
  • rifiuti organici e inorganici presenti nell’area;
  • abbeveratoi colmi di liquido maleodorante e pericoloso sia per animali che per cittadini;
  • scarsa presenza di piante verdi (una pianta di grandi dimensioni completamente spoglia causa fine ciclo vitale e potenzialmente pericolosa);
  • totale assenza di qualunque attrezzatura di svago per gli animali;
  • fermo restando che tali condizioni sono imputabili anche ad un comportamento incivile e di scarsa sensibilità del patrimonio di tutti da parte di alcuni cittadini probabilmente impuniti;

RITENUTO CHE

  • organizzare e dedicare aree attrezzate alla popolazione canina è un gesto di civiltà: i proprietari di quello che è definito il migliore amico dell’uomo accoglieranno positivamente questi spazi destinati proprio a loro, dove far scorrazzare in libertà i propri amici a quattro zampe, seguendoli sempre con sacchetto e paletta, così da mantenere le strade e gli spazi comuni puliti e vivibili; un intervento che aiuterebbe a migliorare la qualità della vita dei cittadini umani e dei cittadini canini.

Alla luce di tutto quanto premesso,

IMPEGNA

Il Sindaco e l’Assessore competente

 

  1. ad attuare un piano di intervento al fine di migliorare l’attuale area in via Gramsci attraverso:
    1. definizione di tempi di intervento e caratteristica degli stessi;
    2. attuazione di sinergie positive con le associazioni presenti sul territorio comunale e con semplici cittadini che hanno più volte mostrato interesse e volontà di partecipare ad iniziative di miglioramento (ad esempio il gruppo facebook un Cane per Amico – Sondrio con oltre 1.600 iscritti) molti dei quali attenti alle necessità dei cani e dei loro proprietari;
    3. potenziare la dotazione dei supporti al benessere degli animali e dei cittadini con interventi di arricchimento degli accessori per il gioco dei cani (agility dog) e il benessere consapevole e civile dei padroni;
    4. modificare il regolamento di accesso inasprendo le sanzioni dei cittadini irrispettosi delle basilari regole di civiltà e buon senso con particolare attenzione alla salute di cani e cittadini;
  1. ad identificare un’area aggiuntiva nel territorio comunale per una “non remota” realizzazione di una seconda possibilità per i cittadini con cane – area est di Sondrio – e nel contempo favorire un momento di incontro con associazioni e aziende di settore interessate ad una sinergica attività finalizzata alla realizzazione di spazi adeguati.

Gianfranco Bordoni – Consigliere Comunale per “Rilanciamo Sondrio”

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *